#EnjoyMCI. Il ruolo di un master sul territorio

Quella passata è stata una settimana davvero importante per noi. Ha preso il via, infatti, #EnjoySiena, il progetto che vede insieme MCI e Assessorato al Turismo del Comune di Siena sul fronte della promozione turistica della città sul web e i social media.

foto conferenza EnjoySiena

 

Non la vogliamo fare lunga e dire ai quattro venti quanto siamo bravi, l’autoreferenzialità non ci è mai piaciuta. Del progetto, tra l’altro, se n’è parlato già sui media locali e sul web. Qui vogliamo solo mettere in evidenza la responsabilità che comporta, per noi di MCI ma, più in generale, per un centro di ricerca ed alta formazione, l’assunzione di un incarico del genere.

Congratulation tweet Non è solo la mole di lavoro e l’impegno delle diverse figure del master coinvolte – i nostri docenti Antonio Gnassi e Giuseppe Segreto coordinano, sotto la supervisione del direttore di MCI Giovanni Manetti, le diverse fasi del progetto ed hanno curato la social media strategy; Alessandro, Mavi, Gianni e Marzia, iscritti all’edizione in corso del master, costituiscono invece l’ossatura del social media team che avrà il compito di implementare la strategia.

Ad essere messa in gioco, in questa collaborazione, è la funzione stessa di MCI. Non solo formazione avanzata sui temi del marketing e della comunicazione, non solo testimonianze aziendali e stage: MCI diventa protagonista di un percorso di innovazione.

Credeteci, queste non sono solo belle parole destinate a rimanere confinate nella aule dei convegni. Qui davvero si tratta di mettere a frutto anni di ricerca e contribuire allo sviluppo di un territorio. Spesso svolgeremo la funzione degli evangelizzatori: internet sta cambiando i paradigmi comunicazionali in maniera così radicale che ci vorrà del tempo perché i diversi soggetti con cui entreremo in contatto ne comprendano fino in fondo la portata.

tavolo turismo siena

 

In altri casi ci metteremo, invece, all’ascolto. Sarà istruttivo, per esempio, poter osservare da vicino come si innestano i nuovi linguaggi e le nuove pratiche della comunicazione in una realtà complessa quale è quella di un ente pubblico. Ne ricaveremo delle sollecitazioni preziose in vista della formazione delle nuove generazioni dei comunicatori d’impresa.

Intanto continuate a seguirci, vi terremo aggiornati sullo stato dei lavori. Ovviamente critiche, osservazioni o suggerimenti sono sempre benvenuti :)

 

Commenta il post